Come pulire gli elettrodomestici, attrezzi e utensili da cucina

Le ragioni per cui è necessario mantenere una cucina pulita sono molteplici. Innanzitutto, è necessario eliminare i batteri per evitare di contrarre avvelenamenti alimentari. Le particelle di cibo sparse possono invitare insetti e roditori ad insediarsi permanentemente nella tua casa. Pulire gli utensili e gli elettrodomestici della cucina aiuta a garantire che funzionino correttamente e durino a lungo.

Sfortunatamente, la maggior parte delle persone prende in considerazione un risciacquo rapido o una pulizia rapida. Non lo è. Un risciacquo o una pulizia rapida è solo il passo che si fa prima di iniziare la pulizia vera e propria. Di seguito è riportata una guida su come pulire gli utensili da cucina e le attrezzature che si utilizzano maggiormente a casa.

Importante consiglio di sicurezza: Indossare guanti e non mescolare prodotti chimici. Anche se alla maggior parte di noi è stato detto di non mescolare candeggina e ammoniaca, è anche pericoloso mescolare candeggina e aceto, strofinando alcol e candeggina, aceto e perossido. In generale, non mischiare due sostanze chimiche. Se si esegue la pulizia in più fasi con due prodotti chimici, pulire accuratamente con acqua prima di usare un secondo prodotto chimico.

Come pulire le superfici della cucina

I germi prosperano sulle superfici. Basta toccare un piano di lavoro e lasciare qualcosa di sporco, prendere qualcosa di sporco, o fare entrambe le cose allo stesso tempo. Per questo motivo, tutte le superfici in cucina devono essere pulite regolarmente. Dopo aver spazzolato via le briciole e altri detriti secchi, bisogna usare una combinazione di acqua calda e sapone per eliminare lo sporco e le macchie appiccicose. Per disinfettare, tre cucchiaini da tè di candeggina in un 3 litri d’acqua. Lasciare riposare fino a cinque minuti prima di risciacquare e asciugare.

Come pulire una caffettiera

Probabilmente usi la tua macchina del caffè più di quasi tutti gli altri elettrodomestici della tua cucina. A causa di ciò, si accumulano macchie, sporcizia, batteri, lieviti e persino muffe molto rapidamente. Alcuni studi la collocano in uno dei posti più sporchi della tua casa. Senza una pulizia adeguata, il tuo caffè non avrà semplicemente un gusto amaro – ma potrebbe farti ammalare.

Per pulire la tua caffettiera, riempi il serbatoio con una miscela di metà acqua e metà aceto bianco distillato. Inserisci un filtro e fai girare la caffettiera per mezzo ciclo di erogazione. Lasciala riposare per almeno mezz’ora prima di finire il processo di preparazione. Fai scorrere acqua fresca attraverso il ciclo di preparazione per eliminare l’odore di aceto.

Come pulire un forno a microonde

È facile ignorare la pulizia del forno a microonde, ma bastano pochi secondi di cottura in più per imbrattare tutto l’interno con una schiuma che alla fine si indurisce e diventa qualcosa di più di un piccolo inconveniente. Per pulire il forno a microonde, porta ad ebollizione una ciotola di acqua con tre cucchiai di aceto bianco distillato all’interno del microonde e lasciala riposare in modo che il vapore possa ammorbidire qualsiasi incrostazione.

Dopo qualche minuto, apri la portiera e togli la ciotola con le presine, in modo da non scottarti accidentalmente. Pulisci accuratamente l’interno con un panno umido. Quando hai finito, asciuga il microonde con un panno fresco. Non dimenticare di togliere il piatto girevole e di lavarlo nel lavandino.

Come pulire un forno

Pulire il forno senza l’uso di prodotti chimici aggressivi è un lavoro importante che, se fatto bene, richiede molto lavoro – ma ne vale la pena. Dopo aver pulito il forno e verificato che sia spento, mescola insieme una miscela con mezzo bicchiere di bicarbonato di sodio e circa tre cucchiai d’acqua. Spalma l’intero del forno con la miscela e lasciala riposare per almeno 12 ore.

Utilizza un panno umido per pulire il bicarbonato di sodio. Quindi, utilizza una bottiglia spray riempita con aceto bianco distillato e un panno morbido per pulire le macchie di bicarbonato di sodio rimanenti.

Chiudi lo scarico e aggiungi acqua calda a sufficienza per coprire completamente i cestelli da forno. In primo luogo, deponi un asciugamano largo in modo che il portaforno non danneggi la vasca da bagno. Tappa lo scarico e aggiungi acqua calda a sufficienza per coprire completamente i cestelli da forno. Aggiungi una tazza di detersivo per il bucato e lascialo in ammollo per sei ore. Dopo sei ore, strofina i cestelli da forno con uno spazzolino da denti e risciacqua.

Come pulire un frullatore

La pulizia di un frullatore comporta due processi: la pulizia del frullatore e la pulizia della base. Per pulire il frullatore, mescola una di queste soluzioni: il succo di un limone, tre cucchiai di bicarbonato di sodio e acqua; tre quarti di una tazza di aceto bianco distillato, un quarto di una tazza di bicarbonato di sodio e un po’ d’acqua; oppure una miscela di detersivo e acqua. Fai girare il frullatore al massimo per 10 secondi. Sciacqua e strofina con una spugna antigraffio, poi asciuga.

Prima di pulire la base, assicurati che il frullatore sia spento e scollegato. Spruzza il tuo detergente multiuso preferito su un panno morbido e pulisci semplicemente la base. Se hsi delle aree ostinate, usa uno spazzolino da denti per pulire la sporcizia. Finire strofinando l’intera base con un panno morbido.

Come pulire una padella in ghisa

Molte persone esitano a pulire la loro padella in ghisa perché temono di rovinarla. La verità è che una padella in ghisa è abbastanza resistente e può essere pulita in modo sicuro in diversi modi. I due metodi migliori sono l’uso di acqua calda e di una spazzola a setole morbide o la pulizia con sale e un tovagliolo di carta. La lana d’acciaio non è raccomandata a meno che non hai una zona particolarmente ostinata, ma il sapone e l’acqua vanno bene. L’aspetto più importante per pulire la tua padella in ghisa è assicurarsi di asciugarla completamente.

Come pulire un tostapane

Anche se l’esterno può sembrare incontaminato, l’interno di un tostapane può rapidamente accumulare mucchi di briciole, che diventano un pericolo di incendio. Una volta alla settimana, stacca la spina del tostapane, lascialo raffreddare, capovolgilo e scuoti tutte le briciole che puoi sopra un cestino della spazzatura. Poi, usa uno spazzolino da pasticceria per allentare le briciole che non sono state raccolte al primo scuotimento e ripeti lo scuotimento.

Anche l’esterno del tuo tostapane non è davvero incontaminato, quindi assicurati di pulirlo con un asciugamano umido e sapone, prestando particolare attenzione a tutte le aree in cui si è accumulata la sporcizia. Una volta finito, strofina l’esterno con un panno umido pulito e asciutto.

Come pulire un tagliere di legno

Il segreto per mantenere pulito il tuo tagliere di legno è quello di lavarlo non appena hai finito di usarlo. In questo modo, nulla ha la possibilità di essere assorbito dal legno. Per pulire, è sufficiente versare l’acqua calda nel lavandino. Prendi una spazzola rigida per la pulizia e un po ‘di sapone per piatti antibatterico e dai alla tavola una buona strofinatura.

Assicurati di pulire entrambi i lati e i bordi. Quando hai finito di strofina, risciacqua bene il tagliere per togliere tutto il sapone. Asciugalo completamente. Per una pulizia più profonda, prendi in considerazione la possibilità di immergere il tagliere in una soluzione di aceto bianco distillato e di acqua per qualche minuto – non troppo a lungo perché non vuoi che il tuo tagliere si deformi o si crepi – e asciugalo completamente.

Come pulire una lavastoviglie

Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, l’interno della lavastoviglie non è sempre pulito. Le grandi particelle di cibo possono intasare lo scarico e iniziare a marcire, causando problemi di drenaggio, oltre che odori sgradevoli. Dopo ogni utilizzo, durante lo scarico, dedica un minuto per verificare che non vi sia nulla che ostruisca lo scarico. Oltre a questo, tutto quello che devi fare per mantenere pulita la lavastoviglie è mettere una tazza di aceto bianco distillato nella rastrelliera superiore e far funzionare la macchina attraverso un ciclo di acqua calda. Fai questo una volta ogni due o tre settimane per mantenere la macchina pulita senza alcuno sforzo.